Cai Tarvisio


Vai ai contenuti

Menu principale:


il progetto FLORA

La Sezione > Articoli > 2009

Nel mese di maggio si è svolto il progetto FLORA – C.A.I.
Agli incontri, con cadenza settimanale e in orario extra-curricolare, hanno partecipato la prof.ssa Miani, Agnese Soppelsa e una ventina di allievi.
Durante la lezione introduttiva le attività pianificate sono state integrate da proposte specifiche degli alunni.
In seguito si sono svolte attività sul territorio. Qui, attraverso escursioni e grazie alla preziosa collaborazione del Sig. Zanazzi, che ha messo a disposizione le sue competenze botaniche e la sua esperienza, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di
conoscere meglio un territorio da sempre abitato, ma ancora sconosciuto sotto certi aspetti.
E’ stato possibile osservare nel loro ambiente varietà di piante dalle caratteristiche più disparate, da quelle con proprietà officinali e curative.Il percorso si è concluso con la visita del Museo della Terra di Venzone.

GEOLOGIA & GEOMORFOLOGIA
Il 30 maggio 2009 alcuni allievi dell’ Istituto Superiore “I. Bachmann”, accompagnati dalla prof. Alida Fornasiere e dal dott. Maurizio Peselj, hanno fatto un’escursione nel nostro territorio e dintorni per osserv are le formazioni rocciose della zona.
L’uscita si è svolta dopo alcune lezioni teoriche tenute presso l’Istituto, durante le quali gli allievi hanno imparato a distinguere i principali litotipi presenti nel Tarvisiano, ad inquadrarli nell’orizzonte geologico di formazione; hanno inoltre appreso i rudimenti per una lettura geomorfologica del paesaggio.
Nel corso della giornata i ragazzi hanno visitato varie località della valle e d’oltre confine: a Riofreddo è stato possibile osservare da vicino le
Vulcaniti di Riofreddo, porfidi dal tipico colore rosso violaceo, a Fusine in Val Romana sono state analizzate le rocce del Monte Mangart e la sua famosa piega, costituita da Calcari Giurassici.
In Slovenia, poco lontano dal confine di Ratece, sono state osservate stratificazio ni rocciose di origine sedimentaria di tipo arenaceo; in Austria il gruppo si è soffermato ad analizzare la struttura tettonica del monte Dobratsch, caratterizzata da un sovrascorrimento in direzione nord-sud che ha provocato la ripetizione di una sequenza di dolomie e calcari. A continuazione prima del confine italo -austriaco e poi in territorio italiano nelle località di Arnoldstein, Coccau e Studena è stato possibile riconoscere ed osservare da vicino alcune tra le formazioni rocciose più antiche presenti nell’arco Alpino .
Al loro rientro a scuola i ragazzi hanno portato una notevole quantità di reperti ora conservati nel laboratorio di scienze dell’Istituto.

Home Page | La Sezione | Il Territorio | Le Attività | Escursioni | Photogallery | Utility | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu